Grosseto crolla nella classifica su qualità della vita, Legambiente: “Lavoriamo insieme per aggiustare la rotta”

19/12/2019 a cura di Il Girasole

Grosseto

Nella classifica elaborata da Il Sole 24 ore in merito alla qualità della vita, Grosseto precipita in classifica rispetto all’anno precedente e perde ben 13 posizioni, piazzandosi al 79esimo posto. A rendere questo dato ancora più allarmante è il fatto che si tratta della penultima città della Toscana, in riferimento a tale parametro. I dati sono riferiti al 2018 e la bocciatura è sonora. A preoccupare sono in misura maggiore i dati relativi giustizia e sicurezza in cui Grosseto si attesta al 96esimo posto. Per quanto riguarda ambiente e servizi, invece, la posizione è la 78esima.

“Una cosa è certa – ha dichiarato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente -: Grosseto deve lavorare per aggiustare la rotta. La classifica de Il Sole 24 ore fotografa una situazione che non può che essere considerata preoccupante. Ciò a maggior ragione se si pensa al fatto che, ad esempio in fatto di politiche ambientali, è stato fatto un importante percorso. In buona sostanza, dunque – ha spiegato Gentili -, gli sforzi devono essere sempre di più per riuscire a raggiungere risultati apprezzabili, capaci di tirare Grosseto fuori dalla zona rossa della classifica. Sotto il profilo ambientale, la percentuale della differenziata è aumentata, sono stati elaborati interessanti progetti relativi alla mobilità sostenibile, sono stati promossi interessanti percorsi di educazione e sensibilizzazione nei confronti delle tematiche di settore, le nostre spiagge hanno avviato percorsi plastic free ma evidentemente la strada da fare è ancora lunga.

A tale riguardo, siamo convinti che le amministrazioni di oggi e di domani metteranno tra le priorità della loro agenda proprio le tematiche ambientali a partire dalle grandi battaglie in favore della diminuzione degli impatti. Zone 30, piste ciclabili, incremento della mobilità pubblica e riduzione delle auto circolanti, ulteriore aumento significativo della raccolta differenziata, incremento dell’efficienza energetica e dell’utilizzo di energie rinnovabili implementazione delle campagne di sensibilizzazione ambientale, maggiore tutela della fascia costiera: sono queste solo alcune delle azioni in cui sarà necessario credere con forza e determinazione per fare in modo che le cose possano davvero cambiare. Ci auguriamo – ha concluso Gentili – che già dal prossimo anno la classifica per quanto riguarda Grosseto possa registrare il segno più e, come al solito, ci mettiamo a disposizione per dare forma ad un lavoro corale allo scopo di rendere la nostra città sempre più vivibile.”

Torna indietro