Ristorante biologico

tl_files/files/2016/Bruschette di pane con zucchine e carote2.jpg

Il Girasole ha fatto dell’alimentazione sana e naturale il suo punto di forza: dispone di un ristorante specializzato in piatti tipici e tradizionali, con l’utilizzo di prodotti biologici e naturali, per offrirvi la possibilità di un soggiorno sano con tutto il sapore delle produzioni agroalimentari maremmane d'eccellenza.

tl_files/files/2016/Vegetariano Peperoni ripieni di magro2.jpg

Seduti ai nostri tavoli non degusterete semplicemente dei cibi, ma compirete un viaggio attraverso la Toscana più vera, quella dei sapori e dei profumi della terra, selezionati da Legambiente e per questo unici. Il pane e le nostre paste fresche, per esempio, sono preparate per voi con metodi antichi da produttori locali. Le carni di razza maremmana arrivano dalle nostre campagne. I pecorini, i salumi, le verdure, gli oli e i vini che degusterete a questa tavola portano con sé tutta la tradizione e la storia di un territorio magico. 

tl_files/files/2016/piatto affettati3.jpg

 

Minestra di farro alla toscana

 

tl_files/redazione/immagini-per-news/Festa 2016/Minestra di farro alla toscana foglietto-01.jpg

1. Rosolare nell'olio d'oliva l'aglio tritato finemente, unire la cipolla e il sedano tritati, insaporire per 10 minuti.

2. Aggiungere le patate e i pomodori tagliati in piccoli pezzi lasciando addensare il tutto per 5 minuti.


3. Bagnare con 1,5 litri di acqua, aggiungere il farro ben sciacquato, portare a ebollizione, salare, unire l'alloro e cuocere per 40 minuti.


4. A fine cottura regolare la densità e correggere di sale se necessario, unire il basilico lavato e spezzettato finemente insieme ad alcuni cucchiai di olio a crudo.

Panzanella ai tre oli e colori

tl_files/redazione/immagini-per-news/alimentazione per sito/ingredienti Panzanella-01-01.jpg1. Sbucciare le cipolle rosse e affettarle il più finemente possibile, metterle a bagno in una ciotola coprendole con acqua fredda e 1 cucchiaio di aceto.

2. Togliere la crosta dal pane e metterlo in una terrina, bagnarlo con circa ½ bicchiere di acqua mescolato a 1 cucchiaio di aceto e lasciarlo ammorbidire, se dopo 30 minuti sembra ancora molto duro versare un altro poco di acqua.

3. Lavare e asciugare i pomodori, dividerli a metà e eliminare i semi interni, tagliarli a dadini, metterli in una ciotola e condirli con un pizzico di sale, 1 cucchiaio di olio e una punta di cucchiaino di buccia di limone grattugiata.

4. Sbucciare i cetrioli, dividerli a metà per il lungo eliminando i semi interni con un cucchiaino, tagliarli in dadini grandi come i pomodori, metterli in un'altra ciotola e condirli con un pizzico di sale, 1 cucchiaio di olio e il rametto di dragoncello lavato ma lasciato intero.

5. Sfogliare, lavare e asciugare il basilico, conservare i 4 ciuffetti più belli da parte e spezzettare le restanti foglie finemente con le mani, sbriciolare il pane ammollato e condirlo con il basilico, 2 cucchiai di olio, la cipolla ben scolata dall'ammollo e poco sale.

6. In 4 alti bicchieri trasparenti formare un primo strato con i pomodori e il loro sughetto, nel mezzo mettere uno strato più alto di pane sbriciolato e concludere con uno strato basso di cetrioli avendo prima eliminato il rametto di dragoncello, decorare con i ciuffetti di basilico e servire.

 

Stracotto di vacca maremmana

tl_files/redazione/immagini-per-news/alimentazione per sito/maremmana6-01.jpg

1. Legare dello spago alimentare tutto intorno alla carne per fargli mantenere la forma durante la cottura.

2. Mettere in un  tegame di alluminio abbondante olio di oliva, far riscaldare sul fuoco e poi unire la carne e rosolarla su tutti i lati a fuoco vivo.

3. Abbassare la fiamma e unire sale, pepe e mezza bottiglia di vino, coprire e far cuocere a fuoco basso girando l'arrosto di tanto in tanto fino a cottura quasi ultimata.

4. Tagliare tutte le verdure grossolanamente e, una volta che la carne è quasi pronta 

5. Quando saranno le patatate saranno dorate, unire di nuovo la carne e il vino rimasto, coprire il tutto e a fuoco medio fate amalgamare i sapori ed evaporare il vino.toglierla dal tegame e nel fondo di cottura saltare a fuoco vivo tutte le verdure preparate, salate, pepate e girate di tanto in tanto. Le verdure devono essere dorate.